Blog

Coraggio e concentrazione : prova con il rosmarino!

Considerato - dalle civiltà più antiche - una pianta sacra agli dei e preziosa per la salute, il rosmarino veniva fatto bruciare nei templi, ancor prima dell’incenso, per propiziare la benevolenza divina, godendo della peculiarità di mettere, grazie al suo aroma penetrante, in connessione il mondo terreno con quello celeste.  
Dai rami e dalle sommità fiorite della pianta, il Rosmarinus officinalis (borneone), si ottiene - per distillazione -  un olio essenziale trasparente di colore giallo pallidissimo, quasi incolore, dall’odore canforato e dal sapore piccante. A livello fisico, può dare sollievo ad indolenzimenti muscolari se diluito in un olio base ed applicato con un massaggio leggero sulle parti dolenti, risultando indicato per una rapida ripresa muscolare anche dopo un’intensa attività fisica.
Ma è a livello olfattivo che il rosmarino rivela la sua grande forza: le sue note aromatiche sono in grado di esercitare un’azione tonica intensa sull’intero sistema nervoso, qualità che ne fa uno dei rimedi più attivi nel trattamento degli stati di debolezza psicofisica, nelle situazioni di stress ed affaticamento, allo scopo di attivare le giuste risorse dell’organismo.
Favorendo la chiarezza di idee, infondendo al tempo stesso sensazioni di fiducia ed equilibrio a livello spirituale, il rosmarino diviene il supporto ideale nei momenti di instabilità emotiva e tensione nervosa oppure quando ci si trova ad affrontare momenti di  difficoltà o un impegno importante.
Migliora la memoria e la concentrazione, ottimizza il linguaggio, rappresentando così una risorsa importante per studenti e relatori.
Rappresenta una delle essenze più indicate nei cambi di stagione: poche gocce - eventualmente miscelate all’OE di niaouli - nel diffusore per ambienti o 2-4 gocce all’interno di un fazzoletto di cotone (da portare in tasca o in borsa, dal quale inspirare l’aroma di tanto in tanto nel corso della giornata) sono l’ideale quando si vuole tenere la mente ben sgombra per portare a termine un lavoro impegnativo, ritrovando concentrazione e freschezza psico-fisica.
E’ l’essenza indicata per coloro che al mattino tardano ad attivarsi: per iniziare al meglio la giornata, allontanando ogni residuo di sonnolenza, è possibile fare un bagno aggiungendo all’acqua calda del bagno un cucchiaio di sale grosso sul quale si saranno fatte gocciolare 8-10 gocce di olio essenziale di rosmarino. In  alternativa è possibile, per chi preferisce la praticità della doccia, aggiungerne 1-2 gocce ad una dose di doccia-schiuma.
Un rimedio contro la caduta: per stimolare l’irrorazione del cuoio capelluto e la vitalità del bulbo, in caso di capelli deboli che tendono a cadere, è possibile aggiungere semplicemente 2 gocce di oe di rosmarino ad uno shampoo dalla base delicata, frizionando dolcemente per qualche minuto prima di risciacquare.
Anche in caso di sinusite: il rosmarino - associato all'olio essenziale di niauli  - possono rappresentare un’associazione perfetta anche per realizzare suffumigi -in acqua calda, mattina e sera, per 4-5 giorni, alla dose di 2-3  gocce di ognuna  - in caso di sinusite e raffreddore.
Qualche cautela
Si tratta di un olio privo di tossicità se utilizzato in modo corretto, ma è bene evitarne l’uso in gravidanza e nei soggetti epilettici
Curiosità
Il termine Rosmarinus fa riferimento alla parola latina “ros maris” ossia “rugiada di mare”, definizione che fa riferimento ai fiori della pianta che con il loro colore azzurro pallido possono ricordare - in lontananza - le gocce di rugiada.

Qualche precisazione

I suggerimenti che troverete nelle diverse sezioni del sito non vogliono in alcun modo sostituirsi al parere di un medico o rappresentare la “panacea per tutti i mali”: il nostro obbiettivo è comunicare - semplicemente - che esiste una via naturale da percorrere e che nella natura possiamo trovare grandi risorse per il nostro benessere quotidiano.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cosa sono i Cookie
I cookie sono dei file di testo che i siti inviano ai terminali degli utenti, dove vengono memorizzati per poi essere reinviati agli stessi siti in occasione delle visite successive.

Gestione dei Cookie
Ai visitatori del blog potranno essere inviati, da parte dei nostri sistemi informatici, i cosiddetti cookies.
Ogni utente potrà gestire, modificare o cancellare i cookie usati per la navigazione, modificando le impostazioni del proprio browser.

Cookie Tecnici
I cookie tecnici sono quelli che permettono l’autenticazione e aiutano a monitorare le sessioni e memorizzare le specifiche informazioni trasmesse degli utenti nella visualizzazione di una pagina web.
Vengono utilizzati diversi cookie tecnici come quelli di sessione, utilizzati esclusivamente durante la navigazione, e i cookie persistenti (o di memorizzazione), che vengono salvati nel browser fino alla loro scadenza previa cancellazione da parte dell’utente.
Sul nostro blog si utilizzano diversi cookie tecnici come quelli di sessione, quelli persistenti usati per memorizzare le scelte fatte dai singoli visitatori e i cookie analytics usati per monitorare gli utenti durante la loro navigazione nel nostro sito web.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti sono quei cookie ospitati sul blog ma provenienti da altri siti web come ad esempio i cookie analitici e di profilazione come Google e Facebook.
Questi cookie vengono impostati direttamente dai proprietari, pertanto si elencano di seguito le rispettive policy:

– Google https://www.google.com/intl/it/policies/privacy/
– Facebook https://www.facebook.com/privacy/explanation

© 2016 Fitogirl. All Rights Reserved.