Blog

Presente su tutte le tavole degli italiani - e non solo - durante le feste, l’ananas è in seconda posizione - dopo la banana - tra i frutti più consumati nel mondo.
Visto che probabilmente molti di voi si preparano a pulirlo, cucinarlo e gustarlo per la cena di questa sera, voglio svelarvi tre curiosità su questo delizioso amico della nostra salute...

Croccante e piacevolmente profumato, il finocchio è forse uno degli ortaggi più presenti sulle tavole dell’area del Mediterraneo. In Italia si coltiva più o meno ovunque, soprattutto al Centro-Sud, dove viene utilizzato tradizionalmente a fine pasto, per favorire la digestione. Si tratta di una pianta appartenente alla famiglia delle Ombrellifere che si presenta in due varietà, il finocchio dolce - del quale consumiamo la parte sotterranea come ortaggio - e quello amaro o selvatico, del quale vengono utilizzati i frutti, noti comunemente come semi di finocchio, per le numerose proprietà curative.

C’è chi ne è affascinato e chi proprio non vuol proprio sentirne parlare…si tratta di Halloween, che innegabilmente è diventata in molti paesi la seconda festa in ordine di importanza per indotto economico e impatto culturale.

Origini tutte italiane per la festa più amata dagli americani
Per quanto possa sorprendere, Halloween è stata inventata dagli antichi Romani che ne fecero la “festa dei morti”  ispirandosi al Samhain celtico, festa che ricorreva il 31 ottobre e separava - quasi come un vero e proprio Capodanno - l’estate dall’inverno. Grazie a Papa Bonifacio IV la ricorrenza venne poi cristianizzata nel VII secolo e legata indissolubilmente al giorno di tutti i Santi o “Ognissanti”. Solo a metà dell’Ottocento prese piede negli USA, giungendovi insieme agli immigrati irlandesi che vi importarono le loro tradizioni, trasformandola però in una festa laica che attualmente negli Stati Uniti è legata ad un giro d’affari che supera i 7 miliardi di dollari.

Quando si parla di “colon irritabile” solitamente si fa riferimento a quella particolare situazione che vede un’alterazione della motilità intestinale, che può diventare troppo energica prolungata oppure eccessivamente lenta, senza che sussista una specifica causa anatomica. Gonfiore, dolori addominali intermittenti, aerofagia, periodi di stipsi alternati a fasi diarroiche costituiscono alcuni dei sintomi più eclatanti del problema, noto anche come “colite spastica”.

Con le sue foglie appuntite e le sue bacche rosse, l’agrifoglio  è una pianta allegorica che affonda le radici nella notte dei tempi, o quasi…ma non tutti sanno che è anche un Fiore di Bach.

Tra i doni dei Magi è forse la sostanza più misteriosa, molti neppure sanno cosa sia in realtà…
La mirra è una “gommoresina” ossia una resina oleosa ottenuta per incisione della corteccia di una pianta la Commiphora molmol, originaria dell’Eritrea, dell’Abissinia, della Somalia, dello Yemen e del Sudan.

Ampiamente diffusa in tutta Italia, la Rosa canina rallegra giardini e strade con i suoi cespugli adorni di fiori delicati e bacche dal colore vivace. Rappresenta una fonte naturale di vitamina C ricchissima utile per favorire le difese naturali dell’organismo ed aiutarci quindi ad affrontare meglio i malanni della stagione fredda.

Un grazie di cuore a Lifegate per aver voluto pubblicare uno dei miei articoli realizzati per la rivista “L’Altra medicina”, mensile di salute e benessere naturale in edicola tutti i mesi.
Se siete curiosi e volete dare un’occhiata eccovi il link: Lifegate

Cerca

Qualche precisazione

I suggerimenti che troverete nelle diverse sezioni del sito non vogliono in alcun modo sostituirsi al parere di un medico o rappresentare la “panacea per tutti i mali”: il nostro obbiettivo è comunicare - semplicemente - che esiste una via naturale da percorrere e che nella natura possiamo trovare grandi risorse per il nostro benessere quotidiano.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cosa sono i Cookie
I cookie sono dei file di testo che i siti inviano ai terminali degli utenti, dove vengono memorizzati per poi essere reinviati agli stessi siti in occasione delle visite successive.

Gestione dei Cookie
Ai visitatori del blog potranno essere inviati, da parte dei nostri sistemi informatici, i cosiddetti cookies.
Ogni utente potrà gestire, modificare o cancellare i cookie usati per la navigazione, modificando le impostazioni del proprio browser.

Cookie Tecnici
I cookie tecnici sono quelli che permettono l’autenticazione e aiutano a monitorare le sessioni e memorizzare le specifiche informazioni trasmesse degli utenti nella visualizzazione di una pagina web.
Vengono utilizzati diversi cookie tecnici come quelli di sessione, utilizzati esclusivamente durante la navigazione, e i cookie persistenti (o di memorizzazione), che vengono salvati nel browser fino alla loro scadenza previa cancellazione da parte dell’utente.
Sul nostro blog si utilizzano diversi cookie tecnici come quelli di sessione, quelli persistenti usati per memorizzare le scelte fatte dai singoli visitatori e i cookie analytics usati per monitorare gli utenti durante la loro navigazione nel nostro sito web.

Cookie di terze parti
I cookie di terze parti sono quei cookie ospitati sul blog ma provenienti da altri siti web come ad esempio i cookie analitici e di profilazione come Google e Facebook.
Questi cookie vengono impostati direttamente dai proprietari, pertanto si elencano di seguito le rispettive policy:

– Google https://www.google.com/intl/it/policies/privacy/
– Facebook https://www.facebook.com/privacy/explanation

© 2016 Fitogirl. All Rights Reserved.